×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42

Interventi

20/03/15

Rifiuti edili gettati per strada, fermati in flagranza dalle Guardie per l'Ambiente

Rifiuti abbandonati in via Massaglia a Lecce: intervengono le Guardie per l'Ambiente. Questa volta i pubblici ufficiali di Guardie per l’Ambiente hanno colto in flagranza alcuni operatori di un’impresa edile intenti ad abbandonare materiali di risulta provenienti da un cantiere aperto in Via Massaglia.

25/02/15

Centocinquanta litri di olii esausti abbandonati in natura ad Avezzano

AVEZZANO (AQ). Centocinquanta litri di olii esausti abbandonati in natura ad Avezzano. Amianto, catrame e guaina, invece, lasciati vicino al cimitero a Massa d’Albe. Non accenna ad arrestarsi il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti sulle strade della Marsica, in particolare in zone periferiche.

14/02/15

Salvata una tartaruga Caretta Caretta

LECCE – Si era spiaggiata sulla battigia di Spiaggiabella, marina leccese, ferita. Grazie all’aiuto del titolare dello stabilimento balneare “Lido Kalù” di fronte al quale si era fermata, in difficoltà, è stata soccorsa dalle Guardie per l'Ambiente e presto tornerà nel suo habitat naturale.

02/02/15

Reggio: ritrovati animali morti nella vallata del Gallico

REGGIO CALABRIA - Ritrovamento a sorpresa per le Guardie per l'Ambiente di Reggio Calabria lungo l’argine sinistro della Vallata del Gallico poco oltre il viadotto autostradale: carcasse di animali, probabilmente maiali e cinghiali. Si pensa ad una sorta di mercato clandestino della carne.

29/01/15

Roma capitale: eternit sotto le mura romane

ROMA - Il giorno 26 gennaio u.s. verso le ore 16,50 le "Guardie per l'Ambiente - Regione Lazio", durante un servizio di perlustrazione, hanno rinvenuto uno scarico di rifiuti speciali pericolosi (contenenti amianto) a ridosso delle mura romane in viale del campo boario. Incredibile anche la presenza di un grande tubo a sezione rettangolare.

25/01/15

Pit bull chiuso in macchina

Intervento lo scorso 17 gennaio, delle Guardie per l’Ambiente, Nucleo Provinciale di Milano, in collaborazione con l’UGDA e i Carabinieri. Una segnalazione pervenuta dalla provincia riportava la presenza di un cane Pit bull che sarebbe stato tenuto in condizioni non idonee.